L’ingresso del capitale in Farmacia: come Davide può vincere contro Golia

 In Ristrutturazione
O

gni giorno, numerose aziende, piccole, medie e grandi, cadono vittime dell’inarrestabile tendenza al “consolidamento globale” e vengono comprate dai leader di mercato dominanti a livello mondiale. Questo processo di consolidamento non risparmia nessun settore, al massimo viene rallentato da anacronistiche barriere protezionistiche, politiche o regolamentari.

Il 29 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 124/2017 sulla concorrenza in farmacia.

Le farmacie italiane si troveranno quindi ad affrontare l’ingresso del grande capitale. Un avversario ostico, dotato di una grossa capacità finanziaria, che può permettersi investimenti ingenti, politiche commerciali aggressive e una comunicazione efficiente testata su larga scala. Proprio come l’industria del retail ha dovuto affrontare, in una delle più delicate fasi della sua storia, la vendita online.

Il valore in borsa di Amazon è ora il doppio del valore di mercato di Walmart, considerato il maggior retailer del mondo. Insieme a Walmart, migliaia di grandi e piccoli retailers stanno patendo l’incredibile forza di Amazon. Non tutti però hanno la potenza di Walmart sul mercato, anzi per la maggior parte di loro, questa situazione risulta essere una competizione tra Davide contro Golia, e il miglior modo di fallire è proprio fingere di essere Golia.

Davide dovrebbe provare ad attenuare la sua ammirazione e desiderio di essere costantemente come Golia; al contrario dedicare un po’ del suo tempo ad analizzare se stesso per comprendere al meglio le sue competenze e qualità.

“Un brand è un insieme di idee coerenti nella mente di un consumatore.” Bianca Cawthorne

Una strategia di nicchia rappresenta spesso, per le piccole o medie imprese, il modo più efficace per sfuggire ad una concorrenza internazionale globalizzata.

La farmacia in tutto ciò non deve emulare le strategie del grande capitale, che saranno per forza poco targhettizzate ma molto aggressive. La farmacia deve recuperare la territorialità, specializzarsi, dedicarsi anima e corpo ai propri clienti ma soprattutto acquisire un’identità ben precisa. Sviluppare nuove tecniche di comunicazione che migliorino il percepito dei clienti. Il rapporto umano deve essere il fulcro del lavoro quotidiano.

La farmacia deve lavorare su quella shopping experience che è il vero valore aggiunto. Il futuro della farmacia come del retail tutto, passa per forza dalla costruzione di una propria identità. Un brand ben studiato è il primo messaggio di fiducia che recepisce un cliente.

Recent Posts
Vuoi ricevere maggiori informazioni?Contattaci allo 011 50 87 746
+